Un nuovo giorno

Stavo seduto bevendo il mio tempo in questo bar.
Bicchiere in mano trovavo e cercavo scuse pratiche.
Quante volte ho rinviato, provato a smettere.
Un nuovo giorno, era il mio limite, e mi sposta via da qui.
un nuovo goccio, un altro sorso mi accompagnerà.
Raccolgo l’ultimo istante e scappo via da qui.
L’alba che straccia via il mio passato, ingestibile.
Tu che sei l’unica reale luce del ritorno a me.
Un nuovo giorno, mi fa sorridere e mi allontana via da qui.
Un nuovo corso, un’altra forza, mi accompagnerà.
Vorrei amarmi, per non cadere più
Vedere come il fondo, ti fa cambiare…cambiare…
Un nuovo corso, un’altra forza, mi accompagnerà.
Il nuovo giorno non è più il mio limite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *